Apprendimento

fit ageing, la mente

Mente e corpo vanno stimolati, vanno messi in moto, vanno allenati. Anche in giovane età si diventa vecchi quando non si hanno curiosità ed interessi, quando si è abbastanza pigri da non andare a vedere cosa c’è dietro l’angolo, quando si resta intrappolati in idee preconcette e schemi mentali rigidi. Il vecchio resta attento e vivace quando si rifà bambino e torna ad apprendere.

Apprendimento mentale

Molti anziani, specialmente quando vanno in pensione, perdono interesse per fatti, notizie, novità, opere d’arte. Probabilmente l’aziano pensa di averne viste tante, di aver capito tanti giochi, di non stupirsi più di nulla. Magari ha imparato a difendersi da cose spiacevoli, ad evitare cose che potrebbero turbarlo.

Ma così facendo si chiude in se stesso, nel suo mondo, nei suoi ricordi, e diventa meno comunicativo di fronte alle nuove generazioni.

Per tenere attivo il proprio cervello invece è fondamentale rimettersi in discussione, apprendere cose nuove, leggere, andare in giro, studiare, scrivere, pensare.

Imparare cose nuove, magari addentrandosi nelle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ci rende di nuovo flessibili, curiosi, capaci di meravigliarci e di aprirci a tutto ciò che la vita ha ancora in serbo per noi.

Si apprende da soli o con la guida di maestri in genere più giovani ma più esperti nel loro campo. Anche il fatto di rimettersi sotto la guida di giovani ci rinfresca ed aumenta la nostra saggezza e la nostra umiltà.

Apprendimento fisico

Il fisico invecchiando degrada. Diventiamo troppo grassi o troppo magri, il tono muscolare diminuisce, non riusciamo più a saltare, correre, sollevare pesi come facevamo prima. Oppure scopriamo un nuovo doloretto che ci rende difficile un certo movimento.

Ma anche per il fisico possiamo imparare nuove cose, fare nuovi allenamenti, apprendere nuove tecniche per correre, camminare, arrampicare, sciare, lanciarsi col paracadute.

Anche l’apprendimento fisico sviluppa saggezza e autocritica, perché possiamo riconquistare livelli di altri tempi, o imparare nuove cose, con pazienza, senza strafare, senza pretendere di gareggiare con giovani.

L’apprendimento di nuovi sport e nuove tecniche di movimento ci rende agili, flessibili, e mette in moto muscoli e nervi che usavamo poco.

Nell’apprendimento fisico possiamo far rientrare anche il cambiamento di abitudini (fare le scale a piedi, girare in bici per commissioni), di stili di vita (alzarsi presto e andare a letto presto, stare all’aperto), di regimi alimentari (alimentazione sana e bilanciata).

Apprendimento manuale

A metà fra l’apprendimento fisico e mentale c’è l’apprendimento manuale. Imparare un nuovo tipo di lavoro artigianale migliora il coordinamento fisico e mentale e le abilità manuali.

Lavori di meccanica, di falegnameria, di modellismo, ma anche la manualità delle nuove tecnologie (tastiera, mouse, tavoletta grafica), rimettono in moto zone cerebrali e del sistema nervoso e ci mantengono agili.

Apprendimento psicologico

Da anzianidovremmo conoscerci meglio, nei nostri pregi e nei nostri difetti. Ma possiamo sempre migliorare, superare nostri limiti, correggere abitudini e ridondanze disfunzionali. Possiamo riesaminare e cambiare la concezione che abbiamo di noi stessi, delle persone con cui abbiamo a che fare, del mondo in cui viviamo.

Cambiando noi stessi possiamo far cambiare gli altri, dalle persone che ci sono più vicine e più care a quelle che incontriamo con minor frequenza.

Possiamo intervenire sulle nostre paure, e trasformarle in opportunità di cambiamento.

Anche in questo caso possiamo sia lavoraci da soli, sia frequentare corsi e maestri che ci aiutino nel nostro cammino di autorealizzazione.

Pubblicato da

Umberto Santucci

Sono un consulente e formatore di comunicazione, problem solving, project management, mappe mentali e altri strumenti di visualizzazione e controllo, creatività. Sembrano tante cose diverse ma sono aspetti della stessa competenza: definire correttamente e risolvere problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *