Diagramma di affinità

atlante > gestione a vista

E’ un metodo pratico e rapido per produrre e organizzare idee, analizzare problemi, cercare soluzioni. Si può usare anche come fase convergente del brainstorming, nella seduta che segue il brainstorming classico di produzione e accumulo di idee. Le idee prodotte con il brainstorming e scritte sui post it vanno selezionate, aggregate ed eliminate con l’affinity diagram.

In questa seduta del diagramma di affinità i post it accumulati  sulla parete di sinistra vengono organizzati nella parete di destra.
In questa seduta del diagramma di affinità i post it accumulati sulla parete di sinistra vengono organizzati nella parete di destra.

Per svolgere un diagramma di affinità si riunisce una decina di persone in una stanza. Si attaccano alla parete due cartelloni affiancati 70×100 (vanno bene due fogli di lavagna a fogli mobili). Si distribuiscono ai partecipanti blocchetti di post-it, penne e pennarelli. Definito l’argomento su cui si vuole lavorare, si fa un brainstorming scritto dove ogni partecipante scrive una sua proposta su un post it e la attacca al cartellone (se il brainstorming è stato fatto in precedenza, questa fase si salta).

I post it, con la loro proprietà di attaccarsi e staccarsi facilmente, permettono di aggregare e riaggregare i biglietti secondo criteri diversi. A seconda del tipo di idee, si possono usare post it di forma, dimensione e colori diversi (esistono 8 tipi di post it con 23 formati e 65 colori diversi).

I bigliettini con idee simili vengono raggruppati fino ad arrivare alle idee più interessanti, che in genere vengono scelte per votazione dagli stessi partecipanti.

Purché si segua il metodo di raggruppare le idee per somiglianze o diversità, di creare gruppi di idee con un titolo, di valutarle con scale di priorità per scegliere quelle più interessanti, il diagramma di affinità si può fare anche da soli o servendosi del computer, con programmi che vanno dal word processor a quelli per grafici.