Diagramma di Ishikawa

Atlante

Il diagramma di Ishikawa, detto anche diagramma a spina di pesce (fishbone) o diagramma causa-effetto, serve a cercare le cause che hanno prodotto un certo effetto.

La struttura del diagramma è di tipo gerarchico, ad albero orizzontale. Nella testa del pesce si colloca il difetto, il problema, l’evento critico, l’incidente. Lungo le spine del pesce si collocano le cause che lo hanno provocato, o potrebbero averlo fatto.

Quando succede qualcosa, si tende subito a cercare il colpevole, generando un loop fra chi accusa e chi si difende, e lasciando irrisolto il problema. Kuarou Ishikawa nel 1943 ha proposto questo diagramma con cui cercare le varie cause a monte dell’evento. Suggerisce di cercare le cause secondo il principio delle quattro M: MEN, MACHINES, METHODS, MATERIALS. Perché è successo questo? Ci sono stati errori umani, negligenza, disinformazione? Macchine e processi non hanno funzionato, c’è stata poca manutenzione? Le procedure non sono corrette o non hanno funzionato correttamente? I materiali usati erano di cattiva qualità, o in cattive condizioni? Ishikawa ricorda che qualsiasi evento, anche il più trascurabile, ha sempre più di una causa, e che per scoprire le cause delle cause bisogna chiedersi i perché dei perché. Perché la macchina si è inceppata? Per scarsa manutenzione. Perché scarsa manutenzione? Per sovraccarico di lavoro delle squadre di tecnici. Perché sovraccarico di lavoro? Perché si è dovuto ridurre il personale. A questo punto si arriva ad un livello che esula dalle nostre possibilità, e ci aiuta a restare nell’ambito del nostro problema (è inutile frustrarsi con problemi che non possiamo risolvere). Poiché il management ha ridotto il personale, dobbiamo pianificare meglio gli interventi o addestrare meglio gli addetti.

Perché il diagramma ha la forma della spina di pesce? Perché la testa invita a prendere in considerazione un solo problema per volta, le spine spingono a non accontentarsi di una sola causa, ma a cercarne altre, e a risalire alle cause delle cause. Le quattro M sono solo indicazioni di massima. Ovviamente ognuno può partire con le categorie più inerenti al suo caso.

Il diagramma può essere fatto da soli o in gruppo, a mano o con software per mappe mentali e grafici (Xmind, Dia, ecc.).

Questo è un diagramma fishbone fatto con Xmind. La criticità in questo caso è un tempo eccessivo di rilascio di un software. Le cause vanno dai tempi eccessivi di revisione alla scarsa pianificazione da parte del management. Gli interventi correttivi vanno fatti partendo dai punti su cui si può intervenire subito. Per esempio, le revisioni sono rallentate da ritardo con cui vengono affrontate, quindi si può cominciare a programmare revisioni parziali lungo tutto il processo di sviluppo del software.

Un pensiero riguardo “Diagramma di Ishikawa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *