Inerzia

atlante > problem solving

L’inerzia è lo stato di quiete in cui si trova un sistema che non subisce l’azione di stimoli, o non reagisce ad essi. Un terreno o una roccia sono inerti fino a quando non vengono lavorati da un aratro o corrosi da agenti atmosferici. Un pallone è inerte fino a quando non viene calciato. Un gruppo sociale è inerte quando è indifferente ad eventi politici o economici.

In fisica il principio di inerzia è il primo principio della dinamica o prima legge di Newton (anche se il principio d’inerzia fu scoperto da Galilei), per cui un corpo rimane nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme fino a quando non è sottoposto ad una forza capace di alterare il suo stato. L’inerzia è il rapporto fra la massa del corpo e l’energia della forza esercitata su di esso. Per esempio, se spingo una bici, la mia forza è superiore alla sua inerzia, e riesco a spostarla. Se invece spingo un camion, la sua inerzia è superiore alla mia forza, e il camion non si muove.

L’inerzia in senso più ampio significa resistenza alla variazione di una qualche grandezza nel tempo. Può essere perciò termica, elettrica, magnetica, ma anche finanziaria o organizzativa.

terraL’inerzia non è negativa, in quanto contribuisce alla conservazione di uno stato. Il movimento di stelle e pianeti continua per milioni di anni proprio in base al principio di inerzia. La dinamica universale, dai corpi celesti ai microorganismi, è un alternarsi fra stati inerziali e mutamenti dovuti a forze e interazioni.

L’inerzia fa parte della resistenza, ma ne differisce perché è statica e oppone ad una forza solo la sua massa, mentre la resistenza può anche essere dinamica, quando oppone ad una forza non solo una massa, ma una forza contrastante. Lo stesso dicasi per l’omeostasi e la resilienza, che agiscono per tornare allo stato precedente o per riprendere la direzione turbata dagli eventi, mentre per inerzia un corvo deviato continua a procedere secondo la deviazione avvenuta.

inerziaNel grafico, da sinistra a destra, vediamo uno stato di inerzia iniziale che non viene turbato da un evento ancora debole, un elemento di resistenza che si aggiunge all’inerzia della massa per contrastare la maggiore forza dell’evento, il momento della catastrofe che turba lo stato di inerzia, che continua nella nuova direzione se non intervengono altri eventi (linea viola), o si muove per tornare allo stadio iniziale con l’omeostasi (linea rossa) o tende verso un obiettivo di livello più alto con la resilienza (linea marrone).