Le 5 esse della qualità

Atlante

Nel metodo di qualità Toyota (kaizen) il processo di miglioramento continuo si attiva con cinque attività che in giapponese e in inglese cominciano con la lettera esse. Il metodo è molto semplice e parte dal poco e dal quotidiano per attivare un processo virtuoso di cambiamento che pian piano si propaga in tutto il sistema e si consolida nel tempo. Può essere usato da tutti, a qualsiasi livello gerarchico, al lavoro o in privato.

1.   SEIRI – SORT – SEPARARE E PULIRE

Si comincia dal proprio posto di lavoro, il computer, il tavolo, l’ufficio, e si separa quello che serve da quello che non serve al momento. Si toglie quello che non serve in modo da lasciare a disposizione solo quello che serve. Impiegare qualche minuto per ripulire l’ambiente di lavoro significa risparmiare ore perdute nel cercare le cose che servono, o nell’aspettare che altri le trovino.

2.   SEITON – STRAIGHTEN – ORDINARE

Si preparano le condizioni future per continuare a tenere in ordine, assegnando un posto per ogni cosa che faciliti il rimettere tutto in ordine a sé e agli altri.

3.   SEISO – SHINE – LUCIDARE

Per rendere tutto lucido e splendente, e per mantenerlo così, bisogna cercare le cause che provocano polvere, sporco, disordine, ed eliminarle o tenerle sotto controllo.

4.   SEISETSU – STANDARDIZE – STANDARDIZZARE

Quando le cose funzionano vanno definite le procedure che le fanno funzionare, per fare in modo che continuino a funzionare bene.

5.   SHITSUKE – SUSTAIN – MANTENERE

Dopo aver compiuto i primi quattro passi, non c’è da fare altro che cercare di non vanificarli, restando vigili nel tempo. In tutti i sistemi, le cose tendono a tornare come erano prima, quindi occorre attenzione e concentrazione per evitare che riaffiorino i vecchi vizi.

Richiedi il poster ad alta definizione a info@umbertosantucci.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *