Learning organization

atlante > formazione, management

Una learning organization è un’organizzazione che utilizza processi di apprendimento per conoscere se stessa e le proprie potenzialità, e considera come capitale comune le conoscenze acquisite dai singoli. E’ un sistema aperto e dialogante con i suoi attori interni e il contesto sociale, economico e ambientale.

Le organizzazioni che apprendono considerano se stesse come processi, eventi dinamici, organismi flessibili ed aperti, adatti al cambiamento. Hanno pochi livelli gerarchici, sono sensibili all’ambiente, attente agli interessi di tutti gli stakeholder. Favoriscono il miglioramento individuale, la collaborazione, l’apertura mentale e la creatività. In esse le persone apprendono ad apprendere nel tempo.

Imparano dagli errori e dalle difficoltà, dai collaboratori e dai concorrenti, dagli impatti ambientali e sociali, sono sistemi che auto-evolvono. Sono fortemente orientate al mercato e allo sviluppo delle risorse umane.

Pensiero sistemico, eccellenza personale, modelli mentali duttili, visioni condivise, apprendimento di gruppo caratterizzano le organizzazioni che apprendono.

Quando emerge un problema, spesso si adottano soluzioni a breve termine che ci mettono una pezza senza modificare la struttura del problema, che dopo un po’ si ripresenta. Questo è un apprendimento o un processo decisionale a ciclo singolo basato su un modello mentale che non cambia. L’organizzazione che apprende adotta invece un apprendimento a doppio ciclo, per modificare il modello mentale ed eliminare il problema.

Per conseguire un vantaggio competitivo le aziende devono imparare più velocemente dei concorrenti e sviluppare una cultura capace di ascoltare la voce dei clienti. Devono mantenere la conoscenza dei propri prodotti e processi, ma anche tener conto di ciò che avviene fuori per cercare soluzioni creative col contributo di tutti i collaboratori.

La learning organization impara dai fatti e dai processi, cerca nuove competenze per risolvere nuovi problemi, adatta le vecchie conoscenze a nuove situazioni, impara ad imparare mettendo in discussione le vecchie conoscenze. Osserva e misura successi e insuccessi, punti di forza e di debolezza. Cerca il cambiamento senza temerlo, sperimenta, non teme e non punisce i fallimenti, facilita l’apprendimento da colleghi e ambiente, riconosce e premia l’apprendimento.