MOOC

atlante > formazione

L’acronimo sta per Massive Open Online Course, corso di massa, aperto, in rete.

Questo è il significato dei termini che compongono l’acronimo MOOC:

  • moocMassive: può partecipare un numero elevato di persone contemporaneamente.
  • Open: tutti possono iscriversi e frequentare, non è richiesto alcun requisito, i materiali didattici forniti non hanno copyright e possono essere condivisi.
  • Online: i corsi si svolgono solo su piattaforme virtuali attraverso la rete e non in aule fisiche.
  • Course: ogni percorso formativo si articola in un corso, eventualmente suddiviso in più sessioni.

Un mooc dunque è un corso di e-learning a disposizione di tutti quelli che si iscrivono, aperto a interazioni e collaborazioni, fruibile attraverso il web, tale da fornire la possibilità di imparare da un esperto insieme ad altri.

Docenti e discenti si trovano ovunque, e si incontrano solo attraverso internet e il web. I corsi sono di qualsiasi genere e fruibili in varie modalità, asincrone come la fruizione di video, testi, immagini e suoni, e la partecipazione a forum e pagine social; sincrone come la partecipazione a webinar e gli scambi in chat testuale e video. Un mooc può avere anche 100.000 utenti contemporanei, anche se sono più frequenti partecipazioni dell’ordine delle centinaia e migliaia.

I mooc sono sostanzialmente di due tipi:

xmooc: corso strutturato, basato sul rapporto fra docenti e discenti, con contenuti prodotti dai docenti, che dà un certificato di frequenza e superamento di esami finali con test automatizzati, discussioni strutturate;

cmooc: corso aperto alle collaborazioni dei partecipanti, basato sui principi dell’intelligenza collettiva e sugli scambi fra pari del web partecipativo, contenuti prodotti dallo studente che fa un’esperienza personale e soggettiva.

Un mooc è una risorsa educativa libera e aperta, con accesso democratico e diffuso, disponibile in ogni tempo e ogni luogo. Combina un insieme di social media per coinvolgere i partecipanti e trarre profitto dalla loro eterogeneità. Questi propongono argomenti didattici e li adattano alle loro esigenze particolari.

Le piattaforme informatiche per il mooc sono di tre tipi:

  • piattaforme concepite per il mooc, usate soprattutto in ambiente universitario;
  • piattaforme proposte da aziende come estensione di massa dei loro sistemi di LMS, per diffondere corsi ritenuti meritevoli;
  • piattaforme libere che ognuno può installarsi da solo.

Per accedere ad un corso mooc non occorrono requisiti particolari o formali. Tuttavia è opportuno avere:

  • sufficienti competenze digitali,
  • conoscenza delle lingue,
  • buona motivazione personale,
  • capacità di autogestione nello studio.

Non si è obbligati a terminare il corso, né a finirlo entro un certo tempo. Tutto dipende dalle intenzioni e motivazioni di chi fa il corso. I corsi possono svolgersi in un determinato periodo dell’anno o essere sempre fruibili: si può decidere in maniera autonoma quando collegarsi e quanto tempo dedicarvi.
È possibile seguire più corsi contemporaneamente.
In alcuni casi sono anche previste lezioni in diretta, in cui è possibile interagire con i docenti per fare domande e chiarire eventuali dubbi.

Le piattaforme mooc offrono corsi di varie discipline: ogni argomento può essere affrontato a differenti livelli, dai primi passi fino al perfezionamento.
In rete troviamo i mooc più adatti ai nostri interessi. Per ciascun corso sono indicati:

  • obiettivi
  • programma delle lezioni
  • modalità e durata di svolgimento
  • strumenti e materiali a disposizione.

Valutazioni intermedie, compiti, esercitazioni e test finali portano ad ottenere crediti universitari, attestati professionali e certificazioni da alcune fra le più prestigiose università e aziende del mondo, utili da inserire nel proprio curriculum vitae o nel profilo social.