PO: provocative operation

atlante > creatività

Il pensiero verticale risponde ad una domanda con l’alternativa sì/no, vero/falso. Il pensiero laterale risponde evitando il sì/no con il PO (provocative operation, o provocazione operativa).

Ricorrere al PO significa aprire altre possibilità, cercare soluzioni inconsuete, controintuitive, ma feconde di possibilità e di risultati.

L’elefante vola? Il pensiero verticale risponde “no”. Il pensiero laterale risponde “po: come potrebbe volare? Se avesse orecchie molto grandi” e così inventa la storia di Dumbo, l’elefante volante.

k-way-smokeSi può mettere un contenuto dentro un contenitore che sia parte di esso? Il pensiero verticale risponde “no”. Il pensiero laterale risponde “po: se il contenuto potesse essere ripiegato in modo da diventare più piccolo del contenitore, sarebbe possibile” e così nasce la giacca k-way che si mette nella propria tasca.

Il po serve quando il sì e il no portano verso soluzioni non soddisfacenti, poco funzionali, chiuse a sviluppi futuri. Se si accetta il rischio di finire fuori strada, il PO è un potente stimolo per trovare nuove strade ricche di belle sorprese.