Digital learning

atlante > formazione

Il digital learning, o apprendimento digitale, è l’apprendimento che si serve della tecnologia digitale come ambiente didattico, come strumento, come metodologia, come tipo di erogazione e di fruizione.

diglit-pic-1tg46yc_ffnbyjLa tecnologia digitale ha profondamente cambiato lo spazio e il tempo della formazione, e di conseguenza i ruoli e i comportamenti di docenti e discenti.

Lo spazio è annullato, perché non ci si deve più recare nei luoghi dell’apprendimento, basta un clic o un tocco sullo schermo per trovarsi davanti ciò che serve al momento. Il tempo è asincrono e sincrono, perché possiamo avere sempre a disposizione l’oggetto didattico che ci serve, oppure incontrarci via web con docenti e coach remoti. E’ reale e virtuale, perché il clic ci fornisce all’istante la risposta, ma siamo noi che con le nostre interazioni possiamo accorciare o prolungare l’esperienza formativa. Il ruolo del docente si fluidifica nelle nuove figure del coach, del tutor, del facilitatore che sono disponibili on line in diretta o in differita, e scompare perfino nel learning object o nell’assistente virtuale dotato di intelligenza artificiale, capace di imparare insieme con il discente guidandolo e facendosi guidare da lui. Il discente non vive separatamente il lavoro e la formazione, perché questa è sempre a disposizione durante il lavoro.

Il diigital learning è qualcosa di più ampio dell’elearning, perché va dal digital learning design alla produzione di contenuti, piattaforme e strumenti, dalla formazione on e off line all’autoformazione lungo l’arco di tutta la vita.

Una strategia di apprendimento digitale comprende concetti come l’apprendimento adattivo, il badging personale con tutti i crediti formativi maturati, la gamification che trasforma l’esperienza didattica in una esperienza di gioco, percorsi blended che combinano momenti d’aula con autoapprendimento a distanza, tecnologie d’aula e di rete, progettazione di versioni per dispositivi mobili, contenuti multimediali modulari, statistiche per misurare i comportamenti dei discenti, algoritmi di personalizzazione, fino alla realtà virtuale e alle macchine capaci di imparare.

La tecnologia digitale intende potenziare e migliorare la formazione tradizionale, non sostituirsi ad essa. Fra gli aspetti pedagogici del digital learning troviamo il reverse learning con la pratica che precede la teoria, il peer2peer learning e quello one2one, le tecniche di differenziazione e personalizzazione.

Gli strumenti vanno dai lettori RSS dei social network alle comunità di pratica e ai forum di utenti, dai canali Youtube con tutorial e lezioni video ad ambienti cloud come Google Drive, da agende elettroniche condivise in rete ad assistenti di ricerca personali. Le piattaforme sono di tipo LMS (learning management system) ai MOOC (massive open online course).