Gestire a vista un giornale

La videata catturata nella trasmissione “Gli Intoccabili” (La7, 22/02/2012) mostra un intervento in collegamento esterno di Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera.

In genere l’intervistato, specie se di un certo rango, si fa riprendere in un ambiente a lui congeniale, che comunque contenga elementi che in qualche modo visualizzano la sua professione, il suo status, la sua personalità. La pratica è usata fin dall’antichità, dove re, sacerdoti e guerrieri si facevano raffigurare con gli attributi del loro potere. In tv dietro all’intervistato si vedono bandiere e stemmi, librerie, computer, modellini di prodotti. Tranne che l’intervista non sia colta al volo, magari per strada, c’è sempre una certa messa in scena, quanto meno la scelta dello sfondo che secondo l’intervistato lo accompagna meglio.

In questa immagine si vede lo sfondo scelto dal direttore del grande giornale italiano, presumibilmente il suo ufficio. Che cosa vediamo? Una grande mappa con cui il direttore riesce a gestire a vista la preparazione e l’uscita del giornale. In alto si vedono fogli di calendario con date evidenziate, per pianificare nel tempo servizi, uscite, altre attività, ed evidenziarle con pennarelli colorati. A destra c’è un foglio con periodi anneriti, che potrebbero essere correzioni di un articolo od omissis di un documento legale. Accanto si vede un grafico a curve, che mostra tendenze che crescono, raggiungono un picco, calano e poi riprendono a salire. Si vedono ancora fotocopie di documenti e foto, post it colorati per dare maggior risalto a qualche appunto o promemoria, e tutto l’insieme dà l’idea di una situazione che cambia continuamente, dove il direttore, magari in riunione con i redattori, evidenzia a pennarello un particolare documento, o ne collega altri due, toglie e aggiunge fogli di carta e post it, comunque tiene sott’occhio tutta la situazione.

Pubblicato da

Umberto Santucci

Sono un consulente e formatore di comunicazione, problem solving, project management, mappe mentali e altri strumenti di visualizzazione e controllo, creatività. Sembrano tante cose diverse ma sono aspetti della stessa competenza: definire correttamente e risolvere problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *