La mente

fit ageing

Per mettere in moto il corpo, il motore più potente è la nostra mente. E’ la mente che costruisce il senso di ciò che vediamo, che ascoltiamo, che facciamo. Siamo come una macchina che corre nella notte guardando solo ciò che riesce ad illuminare con i propri fari, secondo la bella immagine di Ugo Bernasconi. E allora possiamo regolare i nostri fari, renderli più potenti, dirigerli verso obiettivi più interessanti.

L’impianto teorico dei nostri metodi e delle nostre visioni si basa su costruttivismo e problem solving strategico.

Costruttivismo.
La realtà che vediamo intorno a noi non è qualcosa di oggettivo, ma è la graduale costruzione del nostro sistema percettivo/reattivo. Noi vediamo ciò che abbiamo imparato a vedere, e la realtà che vediamo è solo l’immagine del nostro punto di vista. Se riusciamo a cambiare punto di vista, cambia anche la realtà.

Problem solving strategico.
Strategia di cambiamento con cui risolviamo problemi, superiamo nostri limiti e incapacità, governiamo le nostre passioni, miglioriamo ciò che va già bene.

Psicosoluzioni.
Tutto ciò che possiamo fare con il nostro sistema percettivo/reattivo applicando metodi e tecniche del problem solving strategico, dall’autoinganno alla ristrutturazione e alla costruzione di una nuova realtà più funzionale al nostro benessere.

Meditazione.
Come tenere buoni i pensieri che affollano la mente e ci impediscono di vederci con chiarezza; come sviluppare le onde alfa e acquietare la mente per poterla riattivare in modo efficace.

Apprendimento.
Fino alla bara, sempre se ne impara
, come dice il proverbio. Noi diremo che si diventa vecchi quando si smette di imparare, quando non se ne ha più voglia.

Gioco.
Il gioco è ciò che fa girare una ruota. Se non c’è gioco fra la ruota e l’asse, essa si blocca. Si diventa vecchi quando si smette di giocare, con se stessi e con gli altri. E tutto si irrigidisce.

Lavoro.
Quando si è anziani finalmente si può fare ciò che ci piace. Il lavoro si confonde col gioco, con gli hobby, con le passioni, e diventa un divertimento. Si diventa vecchi quando si smette di lavorare, di far lavorare la propria mente.

Computer e web.
Il personal computer e il web sono potenti stimoli per spingere una persona anziana a studiare, ad attivare la mente, a imparare nuove cose e nuovi modi di operare, a mettere in ordine ricordi e materiali del passato, ad aprirsi al futuro.

Scenari futuri.
Come sarà il mondo senza petrolio? L’economia sarà sempre basata sul denaro, o terrà conto di altri valori? Come sarà l’ambiente fra venti anni? In che modo il futuro può interessare ad un anziano?

Letture.
Come leggere in modo strutturato e costruttivo. Che cosa leggere per inquadrare meglio il fenomeno terza e quarta età.

Pubblicato da

Umberto Santucci

Sono un consulente e formatore di comunicazione, problem solving, project management, mappe mentali e altri strumenti di visualizzazione e controllo, creatività. Sembrano tante cose diverse ma sono aspetti della stessa competenza: definire correttamente e risolvere problemi.

Un pensiero riguardo “La mente”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *