albero ok

Le mappe della mente

La mente è una scatola nera. E’ continuamente al lavoro, anche quando il corpo dorme, ma nessuno è in grado di vedere che cosa faccia. Abbiamo a disposizione solo gli output del suo lavorio, parole, immagini, suoni, comportamenti, invenzioni, pregiudizi, ragioni e sentimenti. Le “Mappe della mente” sono alcuni di questi output, di questi modi in cui la mente si manifesta, sia una mente singola come quella di una persona, sia una mente complessa come quella di un gruppo, di una comunità, di una organizzazione, di una società.

Per produrre i suoi output, la mente acquisisce ed elabora un insieme di input attraverso organi sensoriali e percettivi consci come i cinque sensi, inconsci come le funzioni dell’organismo e delle zone cerebrali più profonde, culturali come tutto ciò che sa o che ha a disposizione (biblioteche, archivi, memorie pubbliche e private).

Gli output sono digitali e analogici. I digitali sono fatti di lettere e numeri (digit), gli analogici creano modelli che in qualche modo assomigliano a ciò che si vuol dire. I numeri 12, 35, 48, 79 descrivono in modo digitale una serie crescente di fenomeni quantitativi. Una linea che sale rappresenta in modo analogico visivo la crescita della serie (la rappresentazione analogica auditiva potrebbe essere un suono che diventa sempre più acuto o intenso). La caratteristica della crescita nel modello visivo è percepita in un solo attimo, nel modello auditivo è percepita in un lasso di tempo.

Il mapping si basa sulla rappresentazione analogica visiva di informazioni più o meno complesse, da cogliere subito a colpo d’occhio. L’andamento di una giornata di borsa si coglie in un istante osservando un grafico a candele. Un processo produttivo dalla materia prima al prodotto finale si coglie in un attimo osservando un flow chart. Le partecipazioni di una holding si colgono subito osservando un organigramma. I contenuti di un romanzo o di un saggio si visualizzano immediatamente con una mappa mentale.

Il mio libro appena uscito “Mappe della mente” è una guida, potremmo dire una mappa, dei vari modi di visualizzare e rappresentare graficamente concetti, informazioni, relazioni, allo scopo di “vederci chiaro”. Presenta un ricco repertorio di strumenti di gestione a vista, e dice che cosa sono, a che servono, come si usano, nella vita privata e nel lavoro.

Ne puoi richiedere gratis un estratto, o acquistarlo presso l’editore o i maggiori bookstore web.

Pubblicato da

Umberto Santucci

Sono un consulente e formatore di comunicazione, problem solving, project management, mappe mentali e altri strumenti di visualizzazione e controllo, creatività. Sembrano tante cose diverse ma sono aspetti della stessa competenza: definire correttamente e risolvere problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *