L’outliner

gestione a vista, metodi

Tutti sanno usare un word processor. Ma in genere lo usano come una macchina da scrivere virtuale, con la visualizzazione normale o layout. Pochi conoscono e usano la visualizzazione struttura (che per brevità chiamerò con il termine inglese “outliner”) come strumento per organizzare il proprio pensiero e di conseguenza i propri testi.

Un testo non strutturato è difficile da gestire, da leggere, da consultare. Fin dall’antichità i libri hanno un indice, ossia un outline che presenta tutta la struttura del libro in una o due pagine, quindi permette a vista di capire che cosa c’è scritto e dove si trovano gli argomenti che interessano.

L’outliner è un potente strumento di organizzazione di un testo, anche molto complesso. Sintetizza in una pagina o poco più tutto il testo, e consente di “navigare” in tutto il testo cliccando subito sull’argomento che interessa.

Permette di definire gli argomenti generali (capitoli) e quelli particolari (paragrafi), di spostarli e organizzarli come si vuole, di visualizzare il testo comprimendolo o espandendolo dal livello generale a tutti i livelli.

Nella gerarchizzazione del testo il livello superiore è il contenitore dei livelli inferiori: ad esempio, “felini” è il contenitore di “gatti”, che a sua volta contiene “gatto soriano”.

Con Word si può scrivere un testo e poi organizzarlo con l’outliner, oppure si può partire dalla sua organizzazione con l’outliner e scrivere man mano le varie parti.

In questa pagina dell’ipertesto sul problem setting si trova una spiegazione dettagliata dell’outliner Word.

L’outliner si trovava già installato nella prima versione del Mac, e poi apparve fin dalle prime versioni di Word.

Altri outliner si trovano in Power Point, nei software per mappe mentali, in software open source come Keynote NF o Jirepad, nei software per gestire contenuti in HTML.

Un testo non strutturato deve essere letto parola per parola per capire di che si tratta o per trovare un argomento specifico.

Un outline si guarda in un istante con un colpo d’occhio che fa capire subito di che si tratta e dove sono le cose che interessano.

Outliner,

Pubblicato da

Umberto Santucci

Sono un consulente e formatore di comunicazione, problem solving, project management, mappe mentali e altri strumenti di visualizzazione e controllo, creatività. Sembrano tante cose diverse ma sono aspetti della stessa competenza: definire correttamente e risolvere problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *