12 passi per ottenere ciò che vuoi

Vuoi cambiare in meglio in tre mesi? Una nuova collana edita da Franco Angeli e Skilla ti dice come fare, con il metodo dello slow reading, fast learning: leggere lentamente prendendo appunti e facendo esercizi per imparare in fretta. Il primo titolo, “12 passi per ottenere ciò che vuoi sfruttando al massimo la tua intelligenza”, a cura di Umberto Santucci, presenta diversi stili di pensiero da usare per risolvere problemi. Continua a leggere 12 passi per ottenere ciò che vuoi

Appunti al volo davanti allo streaming di Grillo a Piazza San Giovanni, il 23.5.14

Guardando le riprese della conclusione della campagna elettorale davanti al computer, ho preso man mano alcuni appunti di frasi che mi hanno colpito in modo particolare, perché rientrano nel mio interesse per stimoli e metodologie di cambiamento, e quindi nella linea che seguo in questo sito: prendere spunto da fatti di cronaca o di vita vissuta per parlare di temi inerenti al problem solving. Non ho dato forma discorsiva agli appunti, lasciandoli così come li ho annotati. Continua a leggere Appunti al volo davanti allo streaming di Grillo a Piazza San Giovanni, il 23.5.14

Un libro con la tua storia? Sì, per trovare nuovi clienti.

Che cosa hanno di speciale gli imprenditori di successo rispetto ad altri egualmente bravi ma poco conosciuti? Sembrerà strano ma… hanno TUTTI scritto un libro (o se lo sono fatto scrivere). Raccontare la propria idea di business in un libro è il primo passo per chiarire a se stessi e agli altri ciò che si vuol fare, e per vedere se la storia sta in piedi. Continua a leggere Un libro con la tua storia? Sì, per trovare nuovi clienti.

Il dilemma del magistrato

La comunicazione paradossale utilizza i dilemmi e i doppi legami, artifici mentali che diventano una sorta di trappole in cui ci cacciamo da soli, o ci facciamo cacciare da altri, o cacciamo l’interlocutore. Uno spunto di pubblico dominio è il dilemma in cui si trovano i magistrati che hanno fra le mani il caso della pena di Berlusconi. Continua a leggere Il dilemma del magistrato

Dittatura sobria e problem solving ambientale

Quando emergono problemi nuovi, occorrono soluzioni diverse da quelle che hanno contribuito a generare e tenere in vita i problemi invece di risolverli o, peggio, nel tentativo di risolverli. I grandi e piccoli cambiamenti ambientali, che vanno dal clima alla sovrapopolazione, dall’energia alla sperequazione sociale, dalla cementificazione alla disoccupazione, possono ancora essere affrontati con le categorie e i metodi del secolo scorso? La democrazia è ancora funzionale di fronte alla minaccia di estinzione del genere umano, o va corretta, integrata, superata? Se sì, perché funziona sempre meno? Se va cambiata, come farlo, a che livello?

Continua a leggere Dittatura sobria e problem solving ambientale

Reddito di cittadinanza e Titan

Reddito di cittadinanza per tutti o reddito minimo garantito solo per chi perde il lavoro? Cedere alla virtualizzazione crescente della finanza mondiale considerandola una inevitabile fatalità che sacrifica le persone al denaro o cercare nuovi modi di distribuire il denaro per garantire una qualità di vita accettabile a tutti i cittadini? Subire con inerzia l’aumento della disoccupazione derivante dalle nuove tecnologie o rompere il legame fra lavoro e salario? Continua a leggere Reddito di cittadinanza e Titan

Strumenti per la Transizione

L’anno scorso, su un suggerimento di Mauro Sandrini, singolare figura di pensatore in proprio, stimolatore di pensieri altrui e creatore e animatore della Self Publishing School, ho iniziato la collana “Strumenti per la Transizione”, dove gli strumenti sono saggi, manuali, modelli e dispositivi per affrontare in modo aperto e consapevole il grande processo di passaggio dalle energie del sottosuolo (petrolio, carbone, gas, nucleare) a quelle rinnovabili (acqua, vento, sole, biomasse), detto appunto “Transizione”. Ora la collana comincia ad avere la sua consistenza e a mostrare la sua personalità. Continua a leggere Strumenti per la Transizione

A scuola di decrescita felice

Mauro Sandrini per me è un forte stimolatore. Dopo avermi suggerito di creare la collana di ebook “Strumenti per la Transizione” mi ha fatto conoscere l’agrivillaggio e ha fatto nascere la Scuola della decrescita felice, in cui ha coinvolto il fondatore stesso del Movimento per la Decrescita Felice, Maurizio Pallante.

Sono iniziati i webinar gratuiti sulla decrescita felice. La prima lezione è stata tenuta da Giordano Mancini e dallo stesso Pallante mentre Sandrini, com’è sua abitudine, ha fatto da avatar muto e invisibile. Continua a leggere A scuola di decrescita felice

Crisi, decrescita e tentate soluzioni

Se il sistema economico e finanziario globale basato sulla crescita di prodotti, consumi e rifiuti ha generato la crisi, è lo stesso sistema che può risolvere il problema che ha creato? O non servirebbe un radicale cambiamento di concetti fondamentali, dove la crescita infelice di bisogni sempre più difficili da soddisfare si trasformi in decrescita felice di consumi e sprechi a favore di una migliore qualità della vita? Continua a leggere Crisi, decrescita e tentate soluzioni

Messaggio e comportamento

Torno sul rapporto dissociato fra il messaggio della campagna pubblicitaria su Taranto di cui ho parlato ne Lo sporco sotto il tappeto, e quello che realmente succede nel territorio. Gli impianti ENI rilasciano una nube tossica che manda in ospedale sette cittadini, e un hotel di Taranto ha citato in giudizio per danni l’ILVA e le amministrazioni di comune, provincia e regione. Continua a leggere Messaggio e comportamento