Lo spazio

Nella gestione a vista è molto importante l’organizzazione visiva dello spazio in cui si agisce. Colori, percorsi, segnaletica, disposizione di contenitori e oggetti, poster, ci aiutano a muoverci con rapidità ed efficienza, ad andare subito dove vogliamo, a trovare subito ciò che cerchiamo, ad archiviare bvene ciò che non ci serve più.

Donald Norman dice che ciò che conosciamo non sta tutto dentro la nostra testa, ma anche nello spazio intorno a noi, negli scaffali, sui muri della stanza, negli oggetti intorno a noi. Sono tutte cose da cogliere nel modo più naturale con lo sguardo, per averle a disposizione nel momento in cui servono.

L’organizzazione degli spazi guida alle scelte. Non a caso il labirinto si basa su uno spazio trattato in modo uniforme, senza punti di riferimento.

Il percorso espositivo del museo archeologico di Ancona fa capire con un solo colpo d’occhio che cosa fare e dove andare.

La segnaletica stradale permette una gestione a vista istantanea, perché mentre si corre a 100 all’ora bisogna capire che cosa fare e dove svoltare.

I colori e le forme di libri, faldoni, scatole, aiutano a riconoscerli negli scaffali scorrendo rapidamente con lo sguardo le costole.

Il giardino è una strutturazione visiva di uno spazio esterno, con viali, aiuole e piante che ci dicono dove andare, che cosa fare, che cosa guardare.

Pubblicato da

Umberto Santucci

Sono un consulente e formatore di comunicazione, problem solving, project management, mappe mentali e altri strumenti di visualizzazione e controllo, creatività. Sembrano tante cose diverse ma sono aspetti della stessa competenza: definire correttamente e risolvere problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *